Ultime News

Le rane freccia avvelenata

Le dendrobates sono piccoli anfibi della famiglia delle dendrobatidae. Il loro areale di distribuzione va dal centro America fino alle foreste tropicali del sud America, ne esistono molte specie (più di 20) tutte velenose e vivacemente colorate. Sono stupendi animali da terrario purtroppo molto delicati ed in genere costosi. Le dendrobates sono rane molto piccole (5 centimetri massimo) con un veleno, secreto da ghiandole poste sulla pelle, dei più attivi tra quelli esistenti; quello si alcune specie é addirittura in grado di uccidere un uomo in brevissimo tempo. Chi decide di tenere in casa questo tipo di anfibi dovrà stare …

Leggi tutto

Pet-therapy con uccelli selvatici: le perplessità della Lipu

Gli articoli “incriminati” sono due e precisamente l’art. 2 e l’art.3 della proposta di legge, in cui si dichiara rispettivamente che “Gli uccelli feriti ospitati nei centri di recupero delle associazioni di protezione ambientale e risultati inabili al volo possano essere dati in affidamento, previa richiesta, con specifiche finalità psicologico-educative, psichiatriche e mediche, a singoli cittadini, ad associazioni ornitologiche ed a strutture e servizi destinati al recupero e alla riabilitazione della tossicodipendenza o finalizzati all’assistenza di anziani e di bambini” e ” Chiunque recuperi un uccello ferito può detenerlo purché ne denunzi all’autorità competente il ritrovamento”. Danilo Selvaggi, responsabile Rapporti …

Leggi tutto

Asma bronchiale: da pelo di gatto e di altri animali domestici

L’asma bronchiale è un disordine infiammatorio cronico delle vie aeree in cui sono coinvolte molte cellule di tipo infiammatorio (in particolare i mastociti, gli eosinofili e i linfociti T). In individui suscettibili, questa infiammazione causa ricorrenti episodi di dispnea, respiro sibilante, oppressione toracica e tosse, specialmente di notte o di primo mattino. Questi sintomi sono generalmente associati ad una diffusa, ma variabile, limitazione del flusso aereo nei bronchi (broncoostruzione) che è parzialmente reversibile spontaneamente o in seguito a terapia. L’infiammazione determina anche un aumento della reattività bronchiale verso svariati stimoli. E’ stato dimostrato che, pur se molti soggetti con iperreattività bronchiale non sono asmatici, …

Leggi tutto

Adottiamo un cigno!

L’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali), rispondendo alla richiesta, ha lanciato una campagna per invogliare i cittadini ad adottare i cigni del fiume Sile.Due coppie di cigni erano state introdotte nel Parco del Sile nel 1984. In pochi anni si sono riprodotte fino a giungere ai 700 esemplari attuali, provocando numerosi problemi: i cigni attaccano le persone e le anatre, fanno razzia di ogni cosa ritengano commestibile, distruggono la flora del fiume, spesso si spingono sulle strade provocando, alle volte, anche incidenti. Di fronte alla presa di posizione del sindaco di Treviso – il quale si è dichiarato pronto a tutto, …

Leggi tutto

Sperimentazione animale e problema etico: dibattito acceso

Ricercatori universitari, giornalisti scientifici ed esperti di legge si sono confrontati su temi scottanti e attualissimi, fonti di accesi dibattiti, specialmente in seguito all’ultima Legge Regionale dell’Emilia Romagna – in cui si vieta l’uso di cani e gatti nei laboratori sperimentali – e alla modifica della finanziaria, con cui si dà un taglio netto ai fondi destinati alla ricerca. Adriana Maggi, direttore del Centro di Biotecnologie Farmacologiche di Milano, ha presentato una nuova figura di ricercatore: una persona che studia metodologie di ricerca alternative, in grado di fornire risultati sicuri impiegando il minor numero di animali. In qualità di ricercatrice …

Leggi tutto

La lunga lotta di… paletta e sacchetto

Purtroppo si cercano soluzioni, si varano delle delibere, si “sguinzagliano” in giro vigili e ausiliari per qualche giorno, si distribuiscono multe a go-gò e poi si accantona il problema. Nella pratica questo modo di procedere è assolutamente diseducativo e non porta a nulla. E’ come se un genitore applicasse regole rigidissime nell’educazione dei propri figli e poi li lasciasse assolutamente liberi. Ad Erba, ad esempio, è già la seconda volta – a distanza di poco tempo – che si tenta di rendere esecutivo un provvedimento: multe salate per i padroni di quei cani che lasciano i loro bisogni in mezzo …

Leggi tutto

Specchio specchio delle mie brame. Ovvero Narcosi Narcisistica

L’entrata in quella casa era tipica; a mano a mano che mi inoltravo ne scorgevo uno. Non riuscivo a capire la sua età, forse quaranta, una maschera, gli occhi liquidi, i capelli di chi arriva da lontano, la voce una ribellione. L’impaccio delle parole un continuo guardarsi intorno come in cerca di un appoggio. Da tempo aveva chiuso la porta alla vita; da troppo tempo la vita le aveva chiuso la porta. Una sola luce: i suoi gatti; scopo di un’esistenza, trappola di un’esistenza. I discorsi, di chi non ha termine di paragone, non si preoccupavano di avvicinarsi alla realtà; certi …

Leggi tutto

Gli animali sognano?

Gli animali sognano?

Nell’ultimo numero di “Neuron” si fa riferimento ad uno studio condotto a termine dai ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT), il quale rivela che gli animali hanno sogni complessi: sono in grado di memorizzare e richiamare lunghe sequenze di eventi mentre stanno dormendo. Questa ricerca è la prima che riguarda lo studio del contenuto dei sogni. Le persone che vivono in compagnia degli animali domestici affermano sovente che i loro amici sognano. Ora gli studi mettono in evidenza che il cervello degli animali segue le stesse fasi del sonno di quello umano. “Ovviamente – ha spiegato Matthew Wilson, del …

Leggi tutto

In Sardegna un centro per tartarughe e delfini

Il costo di realizzazione dell’ecocentro è stato stimato in 750mila euro e l’assessore all’ambiente Pino Marsala, suo ideatore, conta di presentare il progetto prima dell’estate all’esame di Bruxelles, al fine di ottenere un finanziamento dall’Unione Europea. La realizzazione dell’ecocentro è stata affidata all’Istituto di scienze naturali e biologia marina di Olbia, al Gruppo ecostudio ambiente e sviluppo sostenibile di Torino e al Gruppo Thompson. Finora la cura dei numerosi animali che ogni anno si spiaggiano sulle coste della Sardegna è stata affidata ai volontari, le cui opere sono sempre state indispensabili ma insufficienti per la mancanza di strutture adeguate. L’impianto …

Leggi tutto

Un vaccino contro il pericolo-zecca

Le zecche possono essere portatrici di numerose infezioni, alcune anche molto gravi come un particolare tipo di encefalite e il morbo di Lyme. In più, l’effetto serra, che ha provocato un riscaldamento generale dell’emisfero nord, ha causato un aumento della quantità di zecche e, di conseguenza, un maggiore rischio di diffusione delle malattie. Sulla base di queste considerazioni, un gruppo di ricercatori della Newcastle University, in Inghilterra ha pensato ad una soluzione migliore di quella attualmente in uso (vaccinare gli animali contro i singoli microbi): “vaccinarli” contro le zecche, cioè colpire l’insetto. Il vaccino in prova parte da questo principio: …

Leggi tutto