La convivenza tra cane e gatto

La convivenza tra cane e gatto: impossibile?

Affatto! Innanzi tutto bisogna comprendere qual è il problema di fondo che ha dato origine al tanto famigerato odio fra cane e gatto.

Potrà sembrare strano, ma le diversità di carattere non sono la causa primaria dei litigi.

Conta poco, infatti, che il cane sia fedele all’uomo e da lui dipendente mentre il gatto sia individualista e cacciatore: le ostilità nascono da una “incomprensione linguistica” insanabile fra le due specie.

 

Cane e gatto: un linguaggio differente

I nostri amici usano la coda e le orecchie per comunicare le proprie intenzioni o stati d’animo ai conspecifici e a chi li circonda e, purtroppo, parlano due lingue opposte.

Ad esempio, il tenere le orecchie basse o lo scodinzolare festoso del cane sono visti dal felino come un segno di aggressività e scatenano in lui una reazione di difesa.

Al contrario, quando il gatto è felice tiene la coda eretta, proprio come un cane all’attacco.

Anche la loro percezione del territorio è diametralmente opposta: il gatto si limita a marcare il suo territorio, ma non impedisce a nessuno di entrarci, mentre il cane difende il suo spazio cacciando ogni intruso.

L’unico ponte possibile fra i due è il padrone, compagno amato da entrambi, anche se in maniera differente. Ed è affidato proprio a lui il compito di “unire” i due acerrimi nemici, utilizzando piccoli accorgimenti.

 

Come agire per favorire l’interazione tra cani e gatti

Nel caso in cui il nuovo arrivato sia un piccolo gatto, è il padrone che deve fare le presentazioni ufficiali, premiando il cane con un biscottino se si avvicina con delicatezza.

Il caso opposto è ancora meno problematico in quanto il gatto si rende conto se il cane è un cucciolo e si limita a contenere la sua invadenza con un’innocua zampata.

Più difficoltoso invece insegnare loro la convivenza se entrambi sono adulti.

In questo caso, diventa fondamentale lasciare che gli animali facciano conoscenza a poco a poco in presenza del padrone, ma senza una sua intromissione diretta.

 

La convivenza tra cani e gatti

La convivenza tra cani e gatti non è sempre facile, specialmente se il “tetto comune” è un appartamento. I gatti sono animali territoriali e possono essere aggressivi con i cani. I cani sono animali da soma, il che significa che hanno un forte istinto di inseguire i gatti.

Il primo passo per favorire il benessere di entrambi, è capire le loro esigenze e abitudini. I gatti hanno bisogno di più spazio dei cani, quindi dovresti dare loro una stanza o un’area della casa che sarà solo loro.

I gatti hanno anche bisogno di più spazio verticale rispetto ai cani, quindi dovresti fornire loro un trespolo alto da cui possano osservare il loro territorio da una distanza di sicurezza.

About Redazione

Leggi anche

La pet therapy: scopriamo cos’è

Sentiamo spesso parlare di pet therapy, un particolare tipo di terapia che ormai da anni …