Home / Gatti / Il gatto delle foreste norvegesi: il cacciatore naturale

Il gatto delle foreste norvegesi: il cacciatore naturale

Il gatto delle foreste norvegesi: il cacciatore naturale




Il gatto delle foreste norvegesi è un grande felino che si vanta di essere un cacciatore naturale. E’ un gatto dal pelo semi-lungo, con un sotto manto molto denso che lo aiuta a far fronte alle condizioni più dure e più fredde che si vivono spesso nella sua Norvegia natia. A dispetto della sua mole imponente, il Norvegese delle Foreste è un gatto mansueto, docile e giocherellone, ottimo compagno di vita anche per famiglie con bambini.

Le origini

Ottimi cacciatori, i gatti delle foreste norvegesi appartengono a una razza naturale, allevata solo attraverso selezione naturale

Leggendo un interessante articolo su gattoblog.it, ci siamo soffermati sulle origini di questo gatto norvegese, una razza antica che si pensa abbia viaggiato con i Vichinghi, navigando per il mondo. Il loro compito consisteva nel cacciare i topi sulle navi guadagnandosi così la reputazione di essere degli ottimi cacciatori.

E’ una razza naturale e anche se le origini esatte rimangono sconosciute, ci sono molte leggende di gatti dall’aspetto simile che sono stati tenuti come animali domestici in Scandinavia fin dal 16° secolo. Probabilmente la razza discende dalla divisione in tre classi delle linci norvegesi operata a quei tempi: una lince-gatto spiegherebbe l’origine di questo meraviglioso esemplare di felino. La lince-lupo e la lince-volpe completavano le categorie delle lince norvegesi.

Oggi, il gatto delle foreste norvegese è una delle razze più naturali del pianeta grazie al fatto che è stata allevata solo attraverso la selezione naturale.

Salvaguardia della razza e riconoscimento ufficiale

Fortunatamente, durante gli anni ’30 gli allevatori iniziarono a salvare la razza anche se la seconda guerra mondiale ebbe un impatto sul loro lavoro.





La razza venne riconosciuta dalle associazioni norvegesi nel 1972, ottenendo uno standard preliminare e dando vita a un programma di allevamento che portò qualche anno più tardi alla creazione della fondazione “Norsk Skogkattring”, un circolo del gatto norvegese delle foreste per il recupero della razza.

Il riconoscimento ufficiale arrivò nel giro di poco, prima in patria, poi nel resto del mondo e il Norvegese delle Foreste iniziò a prendere posizione tra le razze più amate e desiderate.

Caratteristiche fisiche

Forte e robusto, il gatto delle foreste norvegesi ha un’espressione dolce e gentile

Hanno testa grande a forma triangolare, profilo diritto e collo largo, vigoroso e con pelo folto.

Gli occhi sono ipnotizzanti, grandi e a forma di mandorla, disposti obliquamente ad angolo così da avere sempre un’espressione gentile e cordiale.

Le orecchie conferiscono un aspetto selvaggio a questa razza: sono grandi, più larghe alla base e arcuate in avanti, appuntite e con ciuffi di pelo lungo all’interno. Sono queste caratteristiche molto simili a quelle di un gatto Maine Coon, con il quale spesso il Norvegese delle Foreste viene erroneamente confuso. Il gatto di razza Maine Coon è senza dubbio più lungo, più pesante, più grosso e con la testa più grande e squadrata.

Il corpo del Norvegese delle Foreste è forte e robusto, gli arti potenti con zampe ordinate e arrotondate. La coda, lunga e ben ricoperta di peli, accompagna il movimento elegante del gatto quando si muove.

Il manto è molto più denso durante i mesi invernali più freddi, ma un po’ più corto e meno spesso in estate.

E’ un gatto grande, lungo, robusto con ossa solide: il maschio raggiunge anche gli 8 kg di peso, la femmina può superare i 5 kg.

Il temperamento

Socievole, calmo, intelligente e giocherellone, il gatto delle foreste norvegesi ama vivere in famiglia e adora l’acqua

Caratteristica eccezionale di questa razza è la passione per l’acqua: non la teme anzi, si diverte anche da solo se incontra una bacinella o una fontana con acqua.

Ha un’indole docile e mansueta, ama vivere all’aperto ma si adatta serenamente alla vita in appartamento, circondato dall’affetto della famiglia che fa sua immediatamente.

Utile consiglio è quello di creare in casa, o all’aperto se possibile, uno spazio tutto suo, allestito in maniera che il gatto possa arrampicarsi e giocare: ne sarà felice. Tanto più se ci sarà una bacinella d’acqua per giocare e rinfrescarsi, soprattutto nei peridi estivi, il nostro amico ne trarrà grande beneficio.

Indipendente ma socievole, sta bene a contatto con i bambini ma anche con altri gatti; in generale è un giocherellone ma ama anche stare da solo e chiede il rispetto dei suoi spazi.

Nell’interagire con lui, è opportuno evitare toni duri e frasi troppo categorie; fiero, orgoglioso e molto intelligente, non è un gatto servile ma piuttosto apprende e valuta se ubbidire o meno quando le cose gli vengono “spiegate”.

Cura e alimentazione

Con un’alimentazione sana ed equilibrata, meglio se con alimento secco, il gatto si mantiene in forma e in salute

Tendenzialmente è un gatto che mangia di tutto, anzi, spesso può essere scoperto mentre approfitta di qualche prelibatezza lasciata incustodita.

Dal punto di vista nutrizionale, alla femmina sono sufficienti circa 300 chilo-calorie al giorno, soddisfatte attraverso una razione di 70 grammi di cibo secco, mentre il maschio arriva a consumare 500 chilo-calorie quotidiane, necessitando quindi di un apporto energetico superiore (fino a 120 grammi di cibo secco), in base al grado di attività svolta.

Primo tra tutti, il rischio obesità si può contrastare preferendo l’alimento secco, ottimo anche come coadiuvante per la pulizia di denti e gengive. I gatti infatti hanno spesso problemi di alitosi o di placca e la masticazione delle crocchette aiuta a mantenere una corretta igiene del cavo orale.

E’ molto importante l’apporto di vitamine e minerali, anche attraverso integratori specifici di magnesio, sodiopotassioarginina antiossidanti che favoriscono il corretto funzionamento del cuore.

I suggerimenti di Animalinet.it: prodotti per la cura e l’igiene

Conclusioni

Felino molto intelligente e socievole, ma anche vivace, ama la vita all’aperto. Si adatta a vivere in appartamento ma deve dare sfogo alla sua passione per il gioco e per le arrampicate, meglio se in spazi appositamente allestiti.

Ama le famiglie e sta bene con i bambini, con i quali gioca e interagisce con pazienza. Il controllo dell’alimentazione deve essere sempre attento anche perché questo gatto mangia di tutto e tende a ingrassare. L’ideale è una dieta con alimento secco e integratori di vitamine e minerali per mantenerlo in salute.





About Redazione

Leggi anche

gatto certosino

Gatto Certosino: un compagno di vita dolce e socievole

Probabilmente originario della Siria e della Turchia e successivamente importato in Francia dai Templari, il …