Alimentazione per il cane: le linee-guida da seguire

È un aspetto fondamentale se si desidera che il cane cresca in modo sano e viva più a lungo: una corretta alimentazione si profila infatti come condicio sine qua non perché il proprio amico a quattro zampe sia in buona salute ed abbia un’esistenza felice.

E per poter essere giusta e “mirata”, sarà da mettere in relazione con l’età, la taglia e lo stile di vita. Un cane di piccola taglia, ad esempio, necessiterà di crocche di apposita dimensione, oppure un cane tendenzialmente sedentario avrà bisogno di un apporto calorico inferiore rispetto ad uno dinamico e che svolge attività fisica intensa.

Detto ciò, è importante sottolineare come un’alimentazione quotidiana bilanciata debba contemplare macronutrienti come proteine (mediamente fra il 20% e il 30%), carboidrati (fonte di energia e di aiuto nell’attività della flora batterica), vitamine e sali minerali, fibre e grassi nella giusta misura.

Andiamo a scoprire qualcosa di più sull’argomento, concentrando l’attenzione sul cibo secco.

 

Come scegliere le crocchette

Alimento con cui generalmente viene nutrito il cane, costituiscono un mix di tutti i nutrienti necessari per un’alimentazione completa ed equilibrata. Le crocchette, però, non sono tutte uguali: vi sono innanzitutto linee veterinarie, ossia quegli alimenti specifici per cani con patologie, e alimenti di mantenimento, ossia cibi per cani in salute. Questi ultimi a loro volta si differenziano in rapporto alle specifiche caratteristiche del cane, fra tutte l’età (cucciolo, adulto, senior), e la taglia (piccola, media, grande, gigante), o per esigenze specifiche quali alimentazione monoproteica, senza cereali, o dal ridotto contenuto di grassi per cani tendenti al sovrappeso.

Fondamentale è indirizzarsi verso alimenti preparati con estrema attenzione, come i prodotti Oasy ad esempio, che mettono al primo posto la cura ed il benessere del proprio animale domestico, perché contengono tanta carne ed ingredienti naturali.

Nella scelta delle crocchette ci si raccomanda infatti di leggere sempre attentamente l’etichetta della confezione, perché da essa sarà possibile venire a conoscenza della composizione, comprensiva degli additivi e dei componenti analitici.

La composizione costituisce la lista degli ingredienti inclusi nella formula in ordine decrescente, inclusi gli additivi, ossia quegli elementi aggiunti alle crocchette per cani per finalità nutrizionali o di conservazione (cioè vitamine, minerali, ed altri aminoacidi necessari uniti alla composizione). I componenti analitici (indicati anche semplicemente con la dicitura “analisi”), rappresentano invece l’elenco delle proprietà nutritive del cibo, ed indicano le percentuali di proteine, fibre, sali minerali, grassi, ceneri grezze e umidità.

Essendo il cane un animale di natura carnivora, è essenziale che gli ingredienti di origine animale siano sempre i primi in composizione, e che la somma delle fonti proteiche sia superiore ai cereali, se presenti.

 

Frutta e verdura: il cane può mangiarle?

Abbiamo messo in evidenza come le crocchette costituiscano generalmente la base della dieta quotidiana di un cane. Ad esse possono associarsi cibi umidi, disponibili in più consistenze e tagli, quali straccetti, tocchetti o paté ad esempio, in base ai gusti del cane stesso.

Ma che dire della frutta? Si è soliti pensare, al riguardo, che sia “bandita”, per via degli zuccheri presenti, ma in realtà alcuni frutti possono rappresentare un supporto alla dieta del proprio animale domestico, se inclusi con moderazione.

Pensiamo ad esempio alla banana, che con una buona dose di vitamine e minerali, rafforza i muscoli e le ossa del cane, come pure migliora la digestione e la pressione sanguigna. Può essere quindi mangiata dai nostri amici cani, ma solo sporadicamente e in quantità ridotta. Altro frutto che può essere incluso nella alimentazione è la mela, ricca di vitamina A e C, spesso inserita anche nelle composizioni di alimenti secchi che prediligono ingredienti naturali.

Per quanto concerne la verdura è invece il finocchio a rivelarsi benefico, fonte di calcio e ferro, ricco di preziosi nutrienti, come vitamina C e potassio, nonché fibre che aiutano la digestione e supportano il senso di sazietà.

About Redazione

Leggi anche

Come addestrare un cane

I nostri amici cani sono animali davvero intelligenti capaci di accompagnarci nella vita donandoci gioia …