Pulci nel cane e nel gatto: consigli utili per prevenirle ed eliminarle

Le pulci sono piccoli insetti che si nutrono del sangue degli animali e che possono attaccare anche l’uomo. Il loro morso può causare reazioni pericolose per i pelosi di casa, tra cui la dermatite allergica, che provoca reazioni cutanee anche estese, croste, ferite e perdita di pelo. È bene quindi, prevenire l'infestazione da pulci e proteggere i nostri cani e gatti.

 

Pulci: la prevenzione è il primo passo

Il primo passo, sempre il più importante quando si parla di salute, è proprio la prevenzione. Per evitare che le pulci attacchino gli animali e i nostri ambienti, dobbiamo seguire alcune norme igieniche e di buon comportamento. In primis è bene utilizzare collari e antiparassitari  (spot-on, compresse, collari) che possano allontanarle e ucciderle.

Poi è fondamentale non frequentare parchi e aree esterne poco curate. In alcune zone le pulci (e altri parassiti) proliferano indisturbate e possono attaccare più facilmente i nostri animali. Prediligi ambienti salubri e puliti, dove il tuo cane o gatto possa svagarsi lontano dai pericoli.

Se si sospetta un’infestazione dell'animale, è preferibile provvedere ad un trattamento antipulci oppure utilizzare apposite fialette o pipette con antiparassitario. Una volta trattato l'animale però, bisogna prendersi cura anche degli ambienti di casa. Altrimenti è molto probabile che l'infestazione si ripresenti a stretto giro.

Pulisci tutte le aree di casa, soprattutto cuscini, tappeti e divani. Usa l'aspirapolvere su ogni ambiente dove l'animale si intrattiene di frequente per eliminare eventuali forme immature di pulci o uova. Lava tutti i tessuti con regolarità, e ricorda di pulire anche materassi e coperte dove l'animale si accuccia.

Infine, se hai un giardino, tienilo sempre ordinato e pulito. Falcia l'erba periodicamente ed elimina qualsiasi rifiuto, come rametti o altro, dove le pulci potrebbero annidarsi. E non dimenticare di contattare il veterinario per ricevere informazioni dettagliate sul tuo caso.

 

Pulicosi: come riconoscerla

Anche saper riconoscere le pulci è importante per prevenire e contrastare le infestazioni. La pulicosi o infestazione da pulci, può essere scoperta facendo caso ad alcuni dettagli. Se si osserva bene il pelo del cane o gatto, è possibile riconoscere gli sgraditi piccoli ospiti, che compaiono come piccoli puntini di colore marrone scuro.

Per scovare eventuali feci o uova, magari troppo piccole per essere notate, basta passare un panno bianco e umido sulle zone frequentate dall'animale. Se al passaggio del panno si notano aloni di colore rosso, è molto probabile che l'infestazione sia iniziata. L'alone rosso è formato dal sangue non digerito contenuto appunto in uova e feci.

A quel punto è bene prendere subito provvedimenti, ricapitoliamo in breve cosa fare:

  • Utilizzare antiparassitari specifici (a seconda che si tratti di un cane o di un gatto);
  • Pulire gli ambienti con cura per eliminare le pulci adulte, le uova, le larve e le pupe;
  • Lavare tutti i tessuti, soprattutto quelli con cui l'animale entra di frequente in contatto;
  • Tenere il prato curato, per evitare infestazioni ricorrenti;
  • Contattare il veterinario, soprattutto se l'animale manifesta sintomi o disagi.

Infine, non farti prendere dalla paura. Eliminare le pulci è semplice, bisogna solo avere un po' di pazienza. E per evitare di ritrovarsi infestati bastano alcuni piccoli accorgimenti. Segui sempre le corrette norme igieniche e vedrai che la tua casa e tuoi pelosetti saranno liberi da pericoli.

About Redazione

Leggi anche

Acquario: come scegliere i propri pesci

Il mondo degli acquari è immenso e meraviglioso, ma al tempo stesso poco immediato. Scegliere …