Avvelenamento: cause e possibili rimedi

Sono numerose, infatti, le sostanze tossiche con cui le bestiole possono venire accidentalmente in contatto e, nella maggior parte dei casi, l’intervento tempestivo del veterinario è tanto più efficace quanto più preciso è il padrone nel descrivere sintomi e probabili cause.

E’ utile quindi stilare una rassegna delle più comuni sostanze tossiche che si trovano nelle nostre case e giardini, la loro modalità di azione, i sintomi che procurano e la loro pericolosità.

Glicole etilenico (comunemente detto antigelo)

Spesso se ne trovano gocce in garage, parcheggi e officine.

Ne bastano pochi millilitri per uccidere un gatto e non molti di più sono fatali per il cane.

E’ dolciastro, quindi l’animale è invogliato a leccarlo dal terreno.

Sintomi: nausea e vomito. Seguono a breve difficoltà respiratoria e motoria. Provoca una grave insufficienza renale.

Soluzione: una terapia a base di alcool etilico

Antiparassitari

Nati proprio per sconfiggere alcune specie di animali dannose per le coltivazioni, danneggiano irreparabilmente anche il sistema nervoso di cani e gatti.

Sintomi: salivazione eccessiva, tremori muscolari, in alcuni casi epilessia

Soluzione: tempestiva somministrazione di atropina

Topicida

Ha una forte azione anticoagulante

Sintomi: forti ed evidenti emorragie sottocutanee, delle mucose e perdita di sangue anche dagli orifizi.

Soluzione: trattamento di almeno due settimane con somministrazione di vitamina K.

Sostanze diserbanti

Pericolose per gli animali che vivono in fattorie o comunità agricole.

Sintomi: nausea, difficoltà respiratorie, ulcere nella cavità orale

Soluzione: non esistono terapie.

Piante ornamentali

Le foglie di alcune piante da appartamento, come il Philodendron, Euphorbia e Dieffenbachia, contengono sostanze tossiche.

Sintomi: grave irritazione al sistema digerente, seguono emorragie e deposizione di cristalli insolubili a livello renale.

Soluzione: terapia di sostegno, ma non causano la morte.

About Redazione

Leggi anche

cavalli in inverno

Come gestire il proprio cavallo durante l’inverno

Anche durante la stagione invernale, possiamo continuare le nostre passeggiate a cavallo e mantenere le …